martedì 30 luglio 2013

"La piadina romagnola"

Puntata Metti una sera...: 30 luglio 2013
Chef: Viviana Lapertosa

Ricetta: La classica piadina romagnola e il cascione ripieno







INGREDIENTI: 250 g di farina 00
                              1 cucchiaio abbondante di strutto
                              1 pizzico di bicarbonato
                              1 bicchiere d'acqua tiepida
                              Erbette di campo amare
                              Olio evo q.b.
                              Sale q.b.
                              Squacquerone q.b.
                              2 salsicce

Mettere la farina a fontana sulla spianatoia, fare un foro al centro e aggiungere lo strutto, il bicarbonato e iniziare a lavorare con le dita poi creare di nuovo un foro al centro e iniziare a versare a filo l'acqua tiepida continuando ad incorporare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. A questo punto formare una palla e lasciarla riposare in frigorifero per una mezz'ora avvolta da pellicola da cucina.
Suddividere l'impasto in palline (foto1) e tirare con il mattarello ogni porzione in una sfoglia sottile spolverando il piano di lavoro con un po' di farina.
Mettere a scaldare sul fuoco il "testo" una padella con il bordo bassissimo, solitamente in ghisa e con il fondo spesso e della dimensione di una classica piadina e cuocere ogni piadina su entrambi i lati, punzecchiando la superficie con un forchettone se si formano delle bolle e rigirandola quando inizia a bruciacchiare leggermente (foto2). Piegare a metà le piadine e lasciarle asciugare (foto3).
Nel frattempo sbollentare le erbette di campo in acqua bollente salata e ripassarle in padella con un filo d'olio (foto4).
Cuocere le salsicce in padella oppure sulla piastra e utilizzarle con le erbette di campo ripassate per farcire le piadine.
Per il cascione: mettere la piadina da cuocere sul testo, punzecchiarla subito con la forchetta su tutta la superficie, appoggiare da un lato un po' di erbette ripassate in padella e un bel pezzo di squacquerone (foto5) e appena il lato sottostante è cotto chiuderlo a mezzaluna premendo leggermente i bordi poi rivoltarlo e cuocerlo ancora pochi minuti dall'altra parte (foto6).
Un altro abbinamento molto gustoso è formato da prosciutto crudo e pecorino a fette oppure rucola e squacquerone (foto7).